Il pensierino di giovedì pomeriggio

Ci sono quei giorni un po’ così, no? Quelli in cui sembra che tutto sia vuoto, i soldi scarseggiano, il lavoro non si trova, non hai amici, i capelli non stanno a posto e la tua vita fa schifo. O forse no, almeno non proprio. Però, insomma, ci sono. D’istinto tendiamo ad evitarli, a riempirli di qualcosa: allora si esce, si incontra gente per ricordare che esiste, si fanno cose divertenti sperando che cancellino in qualche modo la malinconia.
Eppure, ci sono giorni in cui l’essere malinconici porta a qualcosa. L’indulgere su se stessi e sui propri patetici problemi, a volte, fa il giro. E nel nulla cosmico del tuo cervello, incontri un’idea. Per caso.
Succede. Non ho ancora capito, poi, se il dolore fa da leva per l’ispirazione e se quindi l’artista, per essere tale, debba per forza ricordare un verme che striscia tra i propri tormenti personali. So solo che oggi ero quel verme, e che mi sono seduta, e che ho passato la giornata a scrivere. So che poi va meglio.
Forse, più che la pubblicazione a tutti i costi, più che la gloria, la fama, il denaro (che tanto non arriva in ogni caso), sarebbe bello desiderare questo. Per un po’, almeno. Ogni tanto. Sarebbe bello sperare, sedendosi, che la magia funzioni. Magari anche per chi, un domani, seduto dall’altra parte, la raccoglierà.

Annunci

Dimmi tutto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...